Villa Monticelli - Perugia

Villa Monticelli è un gioiello di rara eleganza.
Un gioiello fatto di tante pietre preziose, immerso nello splendore della campagna umbra.

Villa Monticelli è un gioiello di rara eleganza. Un gioiello fatto di tante pietre preziose: L’eleganza e la scenografia della sua forma, tipica delle ville medicee, lo splendore degli affreschi al piano nobile, eseguiti dal più famoso decoratore vaticano dell’Ottocento, Annibale Angelini, ricchi di spunti allegorici e di effetti tromp-l’oeil; il raccoglimento discreto del suo giardino all’italiana, costruito secondo i dettami dell’architettura razionalista del periodo illuminista.
Qui la bellezza è viva, ogni giorno.


Villa Monticelli è associata all’ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane

La Villa

Villa Monticelli è splendidamente situata su uno sperone roccioso che guarda l’acropoli cittadina e domina la vallata del torrente Rio.

La villa
Villa Monticelli è splendidamente situata su uno sperone roccioso che guarda l’acropoli cittadina e domina la vallata del torrente Rio.
L’attuale aspetto della costruzione è frutto di numerose fasi costruttive, succedutesi nel corso di quasi mille anni, di cui ancora oggi è possibile leggere le tracce nelle stratificazioni costruttive dell’edificio.
Le prime notizie sull’insediamento, risalgono al nono secolo dopo Cristo, quando l’edificio era un piccolo castello con la sua guarnigione. Intorno al Mille esso venne trasformato in un convento, prima benedettino, poi cistercense: furono proprio le monache cistercensi, nel 1304, a far recapitare a Papa Benedetto XI all’epoca a Perugia i fichi avvelenati che causarono la sua morte. Dopo aver seppellito il defunto papa in un mausoleo marmoreo alla destra dell’altare maggiore nella chiesa di San Domenico, la Curia perugina chiuse il convento.
Il convento fu quindi venduto al Capitano Francesco Della Rosa, luogotenente della famiglia Antinori di Arezzo, il quale intorno all’inizio del Cinquecento lo trasformò nella villa odierna, ampliando il corpo di fabbrica originario secondo i canoni delle ville toscane dei Medici: furono aggiunte due ali, la galleria e i due terrazzamenti che ospitano i giardini all’italiana. Ancora oggi Villa Monticelli conserva le fattezze strutturali cinquecentesche.
A seguito di alcuni passaggi di proprietà, nel corso dell’Ottocento la Villa entrò in possesso del pittore e decoratore Annibale Angelini, che qui usava “villeggiare”, ovvero riposarsi durante l’estate insieme alla sua famiglia. Fra il 1854 e il 1876 l’Artista ne affrescò completamente il piano nobile: le suggestioni estetiche che raccoglieva qua e là per l’Italia decorando e restaurando i più bei palazzi nobiliari del Paese, trovarono così una nuova e originale sintesi nelle volte di Villa Monticelli, che divenne una delle più belle e significative residenze nobiliari dell’Umbria.
I Giardini
La tipica forma a due ali della Villa racchiude la corte interna: qui l’arioso loggiato del lato nord-ovest si apre panoramicamente sul giardino basso all’italiana e sulla grande limonaia, che dominano l’affaccio di Villa Monticelli verso la valle del fiume Rio e prospetticamente verso la Città di Perugia.
Sul lato orientale, un raccolto giardino – quasi un giardino segreto - ricco di specie botaniche pregiate ospita i bianchi marmi delle statue e dei busti familiari, offrendo al visitatore che anela riposo angoli di serena bellezza.
Un insieme di scorci davvero unico, che rende Villa Monticelli indimenticabile e ne testimoniano il lungo cammino attraverso i secoli.
I saloni affrescati da Annibale Angelini
Pittore, scenografo, decoratore, restauratore e maestro di prospettiva presso l’Accademia di San Luca di Roma e di Napoli, Angelini nasce a Perugia il 12 maggio 1810. Allievo di Giovanni Monotti e Tommaso Minardi all’Accademia di Belle Arti di Perugia, studiò anche a Firenze con il pittore storico Giuseppe Bezzuoli e a Milano con lo scenografo Alessandro Sanquirico.
Sposo della marchesa perugina Esterina Antinori, figlia di Celidora Alfani e del marchese Giuseppe Antinori, Angelini soleva soggiornare durante l’estate a Villa Monticelli insieme alla famiglia, per riposare dalle fatiche dei suoi cantieri pittorici o di restauro.
A partire dalla fine degli anni Trenta, infatti, per circa cinquant’anni Angelini lavorò intensamente nel mondo artistico romano e umbro. A Roma abitò lungamente nel Palazzo del Principe Andrea Doria Pamphilj ed entrò a far parte della cerchia sia del principe sia di Tommaso Minardi, ottenendo grazie a loro numerose commissioni, fra cui gli affreschi nell’abitazione del principe Vincenzo Colonna di Piazza SS. Apostoli (1839).
Pittore ufficiale di Casa Savoia e dei Papi Gregorio XVI, Pio IX e Leone XIII, lavorò per le famiglie Chigi, Colonna, Torlonia, Massimo, Corsini, Patrizi, Del Drago, Lancellotti e Borghese, operando in chiese, basiliche e lussuose residenze romane, fra cui il Palazzo del Quirinale, in Vaticano, nel Palazzo Chigi di Roma e di Ariccia, in residenze di campagna sia in Umbria che nel Lazio, come nella Villa Grazioli di Castelporziano oggi residenza del Presidente della Repubblica. In Vaticano ancora giovanissimo restaurò la Terza Loggia di Raffaello e alla metà degli anni Cinquanta restaurò gli affreschi di Michelangelo nella Cappella Paolina, mentre sotto il pontificato di Leone XIII dipinse con “miniature” l’interno della Cupola di San Pietro.
Lavorò anche a Genova nei palazzi Doria Pamphilj e Pallavicini e a Parigi, dove dipinse il padiglione italiano dell’Esposizione universale (1863). A Orvieto con la sua equipe di artisti affrescò il Teatro Mancinelli (1863-1866), il Palazzo del conte Claudio Faina (1865-1870)e quello Fabio Pandolfi in via del Duomo(1863-1866 ca.).
Lavorò molto anche a Perugia, dove restaurò l’interno della Cattedrale, dipinse la facciata del suo Palazzo in piazza Piccinino – affreschi ora scomparsi – e della sua amata Villa in località Monticelli. Numerose furono i palazzi della ricca borghesia imprenditoriale provinciale che, dagli anni Sessanta dell’Ottocento in avanti, Angelini fu chiamato a rinnovare secondo il gusto neocinquecentesco tipico delle residenze romane dei Torlonia: in queste ricche dimore, a Roma e nella provincia pontificia, lavorò fino alla morte avvenuta a Perugia il 19 luglio 1884.

Eventi

Villa Monticelli è un luogo ideale per ospitare eventi: il fascino dei suoi spazi trasforma ogni iniziativa in un momento unico e indimenticabile.

La Villa e il suo giardino storico sono una location versatile ed esclusiva, in grado di offrire un’ambientazione di prestigio per eventi di vario genere, aziendali e familiari che siano. La variabile ampiezza e caratterizzazione degli spazi disponibili, sia interni che esterni, offre l’opportunità di ideare sempre, con creatività ed eleganza, la miglior collocazione per incontri conviviali e culturali, ricevimenti e cocktail, presentazioni di prodotti, concerti o cerimonie, eventi pubblici o privati
Il salone al piano nobile del corpo centrale della Villa consente il posizionamento di un numero variabile di sedute e l’allestimento di meeting, workshop, presentazioni; la corte centrale, dotata in caso di necessità di una elegante tensostruttura trasparente di copertura, con il suo splendido affaccio panoramico sulla tenuta e l’acropoli cittadina, si presta ad accogliere, con discrezione ed eleganza, un numero significativo di ospiti per offrire loro una emozionante esperienza nel fascino antico di Villa Monticelli.

Matrimoni

Villa Monticelli è un luogo di cultura, storia e paesaggio perfetto per la realizzazione di cerimonie nuziali, sia all'interno dei saloni affrescati che nella corte e nei giardini.

Una Villa dove, sorprendentemente, ogni particolare è antico e storico ed è stato conservato con passione ed amore: Villa Monticelli è la cornice di bellezza necessaria alla perfetta riuscita di un ricevimento di matrimonio. A chi ama la purezza della storia e rifugge il posticcio, le sale affrescate da Annibale Angelini, la corte interna e i giardini discreti di questa dimora cinquecentesca offrono la più bella ed esclusiva location dove ospitare il proprio matrimonio e fare di questo giorno memorabile l’esperienza di tutta la vita.

Il Frantoio oleario

L’olio d'oliva è ritenuto per tradizione il più nobile tra i grassi vegetali perché si ottiene dalla lavorazione di un frutto, l’oliva, mentre gli altri oli vegetali si ricavano da semi.

Fare l’Olio
Il Frantoio Tenuta Monticelli produce olio extra vergine biologico nel rispetto della tradizione e impiegando macchinari di ultima generazione, capaci di assicurare la massima qualità organolettica e al contempo una perfetta sicurezza sanitaria del prodotto.
L’olio d'oliva è ritenuto per tradizione il più nobile tra i grassi vegetali perché si ottiene dalla lavorazione di un frutto, l’oliva, mentre gli altri oli vegetali si ricavano da semi. Le olive vengono trattate esclusivamente con mezzi meccanici e fisici che mantengono intatte tutte le caratteristiche organolettiche.
L’olio d’oliva, quindi, è l’unico olio che si può utilizzare per l’alimentazione immediatamente dopo la spremitura: ecco perché sull’etichetta del nostro extravergine compare la scritta “olio d’oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalle olive e esclusivamente mediante procedimenti meccanici”, ovvero la semplice descrizione del processo di estrazione in frantoio.
Quattro sono le fasi principali della lavorazione:
• La pulizia delle olive tramite lavaggio e defogliazione.
• La frantumazione e la gramolazione.
• La produzione vera e propria del prezioso liquido tramite estrazione naturale, a temperatura controllata, per centrifugazione meccanica, dell’olio dalla pasta di olive (polpa e nocciolo di olive franti).
• L’eliminazione, tramite centrifugazione, dei residui di acqua e dei sedimenti di olive frante dall’olio, che a questo punto è pronto per il confezionamento e il consumo.
Durante l’intero processo di trasformazione le olive non vengono mai sottoposte a riscaldamento che inciderebbe negativamente sulla qualità del prodotto finale.
Olio Extravergine Villa Monticelli
In parole semplici, l’olio extra vergine di oliva Villa Monticelli è fatto in modo mantenere un elevato livello qualitativo, nel rigoroso rispetto del disciplinare di produzione fissato dalle normativa a garanzia del prodotto extravergine.
La conservazione dell’olio prodotto avviene in silos di acciaio inox, materiale inerte che ne assicura la migliore salvaguardia, un locali a temperatura i 12 e i 18 gradi centigradi.
L'esposizione alla luce, infatti, è uno dei fattori che accelera di molto l'invecchiamento dell'olio (fotossidazione) e va evitata grazie all’impiego di contenitori opachi alle radiazioni luminose quali quelli in acciaio inossidabile.
Il mantenimento del prodotto in un intervallo di temperatura tra i 12 e i 18 gradi centigradi, infine, evita gli effetti negativi sulla qualità del prodotto sia di temperature troppo basse (l'olio non deve gelare), sia di temperature troppo alte.
L’Olio extra vergine di oliva della Tenuta Monticelli può essere acquistato direttamente in frantoio, prenotando il quantitativo desiderato allo 075.9697415 o al 335.5267136
I formati disponibili sono le bottiglie da 500 ml e da 1000 ml e la lattina da 5 litri.
Prenota la Molitura delle tue Olive
Il Frantoio oleario Tenuta Monticelli realizza la molitura delle olive per conto terzi. L’attività viene svolta su appuntamento, in modo da consentire ai clienti l’intera supervisione su tutte le fasi di produzione del nobile liquido: dalla pesatura delle olive fino al riempimento dei contenitori con l’olio da queste ottenuto. La molitura, infatti, avviene per singola partita, assicurando a ciascuno di portare a casa tutto ed esclusivamente l’olio ottenuto dalle proprie olive.
E’ possibile prendere un appuntamento per la molitura delle proprie olive telefonando allo 075.9697415 o al 335.5267136.

Galleria

Visita la galleria di immagini e di video che raccontano la bellezza di Villa Monticelli e dei suoi giardini.

Contatti

Villa Monticelli e Frantoio oleario
Salvatori Ettore "Tenuta Monticelli”

Via del Cammino, 16
06125 Perugia – Italia
Tel. 0039.075.9697415
Cell. 0039.335.5267136 – 0039.338.4818784

email: villamonticelliperugia@gmail.com